Il mercato degli Aspirapolvere in offerta si è particolarmente evoluto nel corso degli ultimi anni, grazie a delle innovazioni tecnologiche che puntano a migliorare sia le prestazioni dell’apparecchio, sia la comodità del suo utilizzo. A questi sviluppi si aggiungono inoltre i vantaggi di prezzi convenienti, tutti fattori che rendono però la scelta del prodotto più difficile: a quale modello affidarsi? Quali sono i criteri da considerare per acquistare l’articolo migliore? É meglio un aspirapolvere con o senza filo? Cerchiamo di fornire qui di seguito alcuni utili consigli per l’acquisto.

Aspirapolvere con e senza filo: pro e contro

Uno dei prodotti più innovativi disponibili nei negozi è al momento la scopa elettrica senza fili, che si rivela particolarmente utile e maneggevole: la si può utilizzare liberamente per tutta la casa, liberandosi dallo scomodo cavo che a volte ne preclude i movimenti. Lo svantaggio di questo prodotto è dato dall’autonomia non sempre lunga della batteria, oltre al fatto che occorre ricordarsi di caricarlo dopo l’uso, per periodi che possono superare anche le 10 ore. Senza questa procedura, non sarà possibile attivarlo. L’aspirapolvere munita di cavo è inoltre maggiormente potente, anche se a volte può risultare meno “snella” esteticamente. Se si possiede un piccolo bilocale, la scelta di un aspirapolvere con il cavo potrebbe essere ancora valida, mentre chi vive in appartamenti di grande estensione potrebbe beneficiare delle libertà di utilizzo delle scope elettriche senza fili.

Con o senza sacchetto?

Tra le tipologie di aspirapolvere disponibili in commercio si possono trovare quelle classiche con sacchetto e quelle senza. La prima categoria consente di accumulare lo sporco convogliato dall’apparecchio in un sacchetto che verrà poi estratto e gettato, senza alcuna dispersione del materiale nell’ambiente domestico. Il lato negativo di questa soluzione è dato dalla spesa che si affronta per acquistare i sacchetti (circa 70 centesimi l’uno) ed eventualmente i filtri, che dovranno essere sostituiti periodicamente per garantire un’efficienza duratura. L’aspirapolvere privo di sacchetto è dotata di un contenitore che andrà successivamente svuotato. Lo svantaggio di questa operazione consiste nella possibilità che lo sporco fuoriesca e si sparga nuovamente in casa, mentre questa categoria di prodotto possiede il vantaggio di non prevedere costi aggiuntivi.

L’aspirapolvere a traino

Infine, un modello presente nei negozi è anche l’aspirapolvere a traino, un modello che presenta il vantaggio di poter usufruire di una grande varietà di spazzole compatibili per la pulizia di diverse superfici, come tappeti o tessuti. Rispetto ai modelli analizzati in precedenza, questa versione di aspirapolvere, prediletta da chi ama la tradizione, presenta di solito maggiore capienza e potenza, oltre che una buona adattabilità.

La grande offerta negli store e sul web

Quale che sia il modello preferito, presso i rivenditori specializzati si potrà trovare l’aspirapolvere adatto alle proprie esigenze, senza dimenticare che anche sui siti internet si potranno trovare delle offerte interessanti abbinate a prezzi e condizioni vantaggiose, come ad esempio consegna gratuita, sconti speciali o modalità di pagamento rateale.